BLOG, I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

LA RESINA EPOSSIDICA NELL’ESPERIENZA ARTISTICA DI KLARI REIS

LA RESINA EPOSSIDICA NELL’ESPERIENZA ARTISTICA DI KLARI REIS

La resina epossidica nell’esperienza artistica di Klari Reis: come dalle reazioni cellulari di una malattia può nascere una tecnica innovativa.

Fatevi ispirare da chi attraverso la resina epossidica ha realizzato dei veri e propri capolavori artistici. Un nome su tutte l’artista americana Klari Reis famosa a livello internazionale per la sua serie Petri Dish, un mix colorato di macchie circolari realizzate con tecniche multimediali innovative.

L’originalità delle sue opere è data dall’utilizzo e la trasformazione della resina epossidica nelle sue infinite sfumature di colori e forme. Unidentified Insect, The Gardner, Citris Squeeze, Cactus Flower, Game Boy sono solo alcuni dei titoli con cui l’artista che vive a San Francisco, ha battezzato i suoi “Dish”.

La particolarità della sua arte è data da un momento della vita che l’ha ispirata, il ricovero in ospedale per il morbo di Crohn. La vista delle reazioni cellulari dei campioni di sangue con i farmaci, l’hanno portata a sperimentare tecniche innovative con colture di batteri e materiali misti. Grazie all’arte la Reis ha saputo trasformare un momento difficile come la malattia in un capolavoro emozionante “L’arte può essere estremamente terapeutica” spiega.

Un esempio meraviglioso di quanto detto è nella serie Hypocondria, gruppi di 150, 60 o 30 capsule di Petri dipinte a mano e appese al muro con effetti d’ombra e trasparenze molto affascinanti.

Il processo creativo per la realizzazione di questi capolavori è, come spiega lei in un’intervista su Digicult:

“Ho dipinto con resina epossidica per circa 15 anni. La resina epossidica, la plastica che uso, è endotermica, il che significa che si riscalda e si raffredda da sola una volta miscelata…Io uso tre varianti di resina epossidica quando dipingo ognuna con tempi di asciugatura o di lavorazione differenti.

Questi diversi tempi di lavorazione dei vari prodotti mi consentono di ottenere effetti diversi come risultato del controllo della viscosità delle materie plastiche. Anche la temperatura e l’umidità giocano importanti ruoli nel mio processo di verniciatura. Effetti differenti si producono quando metto plastica fredda a contatto con plastica calda o vice versa, o plastica altamente pigmentata in resina epossidica trasparente”.

Con questo articolo non solo abbiamo voluto rendere omaggio ad un’artista contemporanea le cui opere sono esposte in tutto il mondo in collezioni pubbliche e private come Microsoft Research di Cambridge (UK), Morgan Stanley di New York, The Stanford University Medical Center, The Peninsula Shanghai hotel e uffici Next World Capital‘s di San Francisco, Parigi e Bruxelles.

Attraverso l’esperienza di Klari Reis vogliamo anche darvi qualche suggerimento per realizzare i vostri capolavori in resina epossidica e trovare la vostra personale strada artistica, che sia in casa o in una galleria di New York.

Ecco alcuni prodotti Resinpro che possono fare al caso vostro:

Resina per colate
Resine UV di diversi colori
Art Pro
Wave Pro

Copyright © Resin Pro Srl. È vietata la riproduzione (totale o parziale) dell’opera con qualsiasi mezzo effettuata e la sua messa a disposizione di terzi, sia in forma gratuita sia a pagamento.

Related Posts