I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

SPECIALE BUONA PASQUA: LA SORPRESA È L’UOVO IN RESINA E LA RESINA NELL’UOVO

SPECIALE BUONA PASQUA: LA SORPRESA È L’UOVO IN RESINA E LA RESINA NELL’UOVO

La Pasqua è alle porte e, come per ogni festività, non vediamo l’ora di decorare e allestire la nostra casa con oggetti e simboli che richiamano la ricorrenza. In tutti questi nostri appuntamenti abbiamo assodato come in effetti con la resina epossidica si può fare davvero di tutto, anche un uovo di Pasqua.

Le dimensioni di questi oggetti non possono essere eccessivamente grandi perché risulterebbero troppo pesanti, ma la creatività con la resina non ha mai fine e vediamo con quali idee è possibile rendere speciale questa Pasqua 2019.

L’UOVO CALAMITA

C’è chi le colleziona e non solo a Pasqua. Il fascino di uova lucide e colorate può essere esibito tutto l’anno sul frigorifero attaccando sulla base piatta di queste uova una calamita. Giustamente in molti si staranno domandando “Ma come posso realizzare l’uovo?”.

È molto semplice: basta prendere un contenitore di plastica contenente un ovetto di cioccolato e diversi coloranti liquidi  da mischiare con la resina epossidica trasparente.  A seconda dell’effetto che si vuole dare si aggiungono i colori all’interno del contenitore a forma di uovo. Per arrivare al bordo basta aggiungere sul finale della resina epossidica trasparente. Atteso il tempo necessario per farla indurire, il mezzo ovetto di Pasqua è pronto.

 

LA RESINA COME SORPRESA

L’uovo di Pasqua non è solo buono ma anche divertente da scartare. La sorpresa incuriosisce anche se di solito si tratta di oggetti senza alcuna personalità. Cosa ne pensate di costruire il vostro uovo di Pasqua?

Potreste realizzare anelli o ciondoli, cuori con glitter e metterli da parte. A questo punto bisogna mettere in gioco la propria abilità in cucina. Sciogliere a bagnomaria del cioccolato fondente la cui temperatura deve mantenersi ai 42°. Versare i 3/4 del cioccolato fuso su una base in marmo, vetro o ceramica e farlo raffreddare sino ai 30°.

Versarlo nei 2 mezzi stampi da uova pasquali con la parte che era rimasta nel pentolino ai 35° e farlo roteare lentamente per spalmarlo in tutta la superficie. Dopo che gli stampi sono rimasti due ore in frigorifero, si può staccare delicatamente il cioccolato. Per unire le due parti bisogna ammorbidire i bordi poggiandoli su una teglia precedentemente riscaldata per 15 minuti a 180-200 gradi.

Prima di farne un uovo inserire le sorprese in resina epossidica.

E buona Pasqua da Resinpro!

 

 

Related Posts